Fabrizio Bregoli, nato a Leno,risiede a Cornate d’Adda in Brianza. Laureato con lode in Ingegneria Elettronica, master in Marketing, lavora a Milano nel settore delle telecomunicazioni.

Il suo ultimo lavoro è “Il senso della neve” (Puntoacapo, 2016) con prefazione di Ivan Fedeli e nota critica in postfazione di Tomaso Kemeny (Finalista al Gozzano e al Merini)

Suoi lavori sono stati pubblicati in antologie di Lieto Colle, della Fondazione Mario Luzi e sulle riviste Euterpe, Alla Bottega e Versante Ripido. Partecipa a letture poetiche e dibattiti culturali e ha preso parte ad alcuni eventi mitomodernisti e avanguardisti.

 

Ha conseguito numerosi riconoscimenti in premi di poesia, fra i quali merita ricordare i Primi Premi al Letteratura d’Amore (2013 e 2014), all'Aurelio Goretti (2013), al Marietta Baderna (2014), all’Eridanos (2014, 2015 e 2016), al Lino Molinario (2014 e 2016), al Daniela Cairoli (2015), al Giovanni Descalzo (2015), al Piemonte Letteratura (2016), all'Anna Kuliscioff (2016), al Terre di Liguria (2016), al Città di Triuggio (2015), al Città di Rescaldina (2016), il Premio della Stampa al Città di Acqui Terme (2013), la segnalazione al Guido Gozzano (2014).